RASSEGNA STAMPA - 2021

I migliori vini bianchi da stappare e regalare a Natale

Sarà una combinazione astrale, ma un’altra grande protagonista del mondo del vino, Ginevra Venerosi Pesciolini, titolare della splendida Tenuta di Ghizzano, ci porta in tavola a Natale un nuovo solare vino bianco, Mimesi, Vermentino IGT Costa Toscana 2020. Per la verità accompagnato dal pregevole Mimesi Sangiovese DOC Terre di Pisa 2018. E “Mimesi” non è solo un nome in etichetta, ma l’espressione di un progetto meditato a lungo che mira a estrarre le note più caratteristiche del vitigno coltivato in quel determinate territorio e quindi con l’ambizione di “imitare la Natura”. E ci riesce eccome. E anche in questo caso il processo di vinificazione conta moltissimo per la scelta di affinare il vino in anfore di Terracotta Tava per 4 mesi. È davvero un vino da collezione.

22 - 12 - 2021 di Alberto del Giudice
Pubblicato su GQitalia.it

I bianchi preferiti da La La Wine (non solo durante le feste!)

Mimesi Igt Costa Toscana Vermentino 2020 – Tenuta di Ghizzano
Potremmo affascinarvi parlando del suo affinamento in cocciopesto (lo sappiamo che state già googlelando di cosa si tratta) ma preferiremmo che lo sceglieste sullo scaffale per la sua trama vellutata in bocca. Solo 1215 bottiglie prodotte, quindi chissà se avrete la fortuna di essere tra coloro che potranno parlarne e/o postarlo su Instagram. Certo è che la sua persistenza in bocca accompagnata dai profumi del Vermentino come ce lo ricordiamo, regala un’esperienza rara.

Abbinamento: servitelo fresco e meditate, meditate, meditate… se poi avete proprio fame, con i suoi 13° alcolici potete abbinarlo a formaggi a pasta molle, carni bianche non troppo elaborate, pesce dalla carne grassa o, udite udite, ostriche.

21 - 12 - 2021
Pubblicato su La La Wine

Tenuta di Ghizzano - Vini che si distinguono provenienti da una parte della Toscana che potreste non conoscere

... Alla Tenuta di Ghizzano nel comune di Piccioli, la Contessa Ginevra Venerosi Pesciolini, 26° generazione della famiglia che è stata alla guida di questa tenuta, ha capito che la sua terra era più adatta a vini più complessi e da invecchiamento rispetto al Chianti base Colline Pisane, e negli ultimi 25 anni ha contribuito a creare diversi nuovi vini rossi e bianchi che hanno contribuito a inserire la Tenuta di Ghizzano sulla mappa vitivinicola....

06 - 12 - 2021 di Tom Hyland
Pubblicato su forbes.com

Mimesi, il nuovo progetto della Tenuta di Ghizzano per esaltare il terroir

Cercava una strada nuova per esaltare il proprio terroir, la Tenuta di Ghizzano. E l’ha trovato guardando al passato, in supporti come il cocciopesto e la terracotta, per creare le due versioni di Mimesi. È così che dopo un periodo di ricerca e sperimentazione la Tenuta a conduzione biologica di 350 ettari (di cui 20 vitati) sulle colline pisane – dal 1370 appartenente alla stessa famiglia, oggi impersonata da Ginevra Venerosi Pesciolini con Lisa, Francesca e la mamma Carla – ha scelto i vasi vinari in Cocciopesto Drunk Turtle e in terracotta Tava per dare forma ad un nuovo progetto, concretizzato per ora in un primo Sangiovese in purezza DOC Terre di Pisa e un Vermentino in purezza IGT Costa Toscana....

05 - 11 - 2021
Pubblicato su Il Forchettiere .it

Top of Toskana 2021 - I magnifici 7

... La Tenuta prende il nome dallomonimo borgo, che si estende a circa 200 metri sul livello del mare sulla costa toscana a sud-est di Pisa. Il paesaggio è morbido e il clima mite, influenzato dal mare. I pavimenti sono in sedimenti marini sabbio-calcarei argillosi in cui si trovano fossili di conchiglie.
Ginevra Venerosi Pesciolini: "Questi terreni donano ai vini una fine eleganza, ma anche le loro componenti minerali ne garantiscono la longevità".
Ginevra Venerosi Pesciolini ha scritto la storia dellenologia toscana con due vini in particolare: Il Veneroso (due terzi Sangiovese e il resto da Cabernet Sauvignon, detto Terre di Pisa DOC) ha festeggiato lannata 2015 30° compleanno, suo fratello Nambrot (in origine Merlot, ora blend di Merlot, Cabernet Franc e Petit Verdot) con lannata 2016 compie 20 anni.

01 - 11 - 2021
Pubblicato su VINUM magazine

A pranzo con Mimesi, Tenuta di Ghizzano

Complici gli scialatielli e il rombo di chef Antonio Minichiello e la regia impeccabile di Claudia Rosati, manager del ristorante, la Tenuta di Ghizzano, gioiello vitivinicolo sulle morbide Colline Pisane a circa 30 km dal Tirreno, è “scesa” in campo a Firenze per presentare in anteprima il suo nuovo progetto Mimesi, ulteriore passo avanti nelle “riflessioni” enologiche della produttrice, l’affascinante Ginevra Venerosi Pesciolini che con passione e competenza ha proseguito il lavoro del padre, nel segno dell’integrità e dell’espressività del suo territorio.

01 - 11 - 2021
Pubblicato su firenzespettacolo.it

PROGETTO MIMESI: ESPRESSIONE DELLA PUREZZA A GHIZZANO

La vite ha viaggiato con l’uomo, fin da quando si sono incontrati, fin dal 6.000 a.C. nelle terre del Caucaso. La vite ha percorso gli stessi passi dei conquistatori, degli esploratori, dei commercianti, dei naviganti. Dove i piedi e le culture si sono incrociate, anche le viti si sono incrociate. Si mescolavano fra di loro e si intersecavano con le diverse tradizioni, ascoltando differenti linguaggi e interagendo con le diverse maniere dei popoli, respirando arie nuove, approfondendo terreni mai uguali. Non esiste alcuna specie vegetale che, come la vite, è riuscita a entrare in sintonia con l’intimità dell’uomo, assolutamente nessuna. L’uomo ha sempre interpretato l’uva e il vino attraverso la propria sensibilità, derivante dallo strascico di una cultura e dall’identità del singolo. Per questo, in ogni vino si può leggere la firma di chi lo fa. E nei vini di Ginevra Venerosi Pesciolini quel tratto è riconoscibile per eleganza e per espressività.

27 - 10 - 2021 di Sofia Landoni
Pubblicato su jamesmagazine.it

Tenuta di Ghizzano: Vermentino e Sangiovese in purezza

Il suo nuovo progetto “Mimesi” cui ha lavorato lunghi anni insieme a Michele Franci, perito agrario ed enologo con lei da 22 anni, riguarda il Vermentino e il Sangiovese lavorati in purezza. Ginevra lo ha presentato a Milano, abbinando i suoi vini all’alta cucina vegetariana di Pietro Leemann, chef di grandissimo talento e riconosciuto successo. «Quelle di oggi sono le mie due prime purezze sulle quali ho lavorato molto, blend che non sono nati nel tino di fermentazione ma grazie a una lunga osservazione. Quando ho capito che l’età della vigna faceva la differenza, ho deciso di uscire con le purezze, lavorate in anfore di coccio pesto, per generare una più lenta maturazione per il Sangiovese».

26 - 10 - 2021 di Andrea Radic
Pubblicato su FSnews.it

"Vini dItalia" - Gabero Rosso

La Tenuta di Ghizzano appartiene alla famiglia Venerosi Pesciolini praticamente da sempre, tanto che alcuni documenti ne testimoniano la presenza in loco dalla fine del XIV secolo. Oggi è Ginevra a rappresentare la famiglia e condurre la proprietà con piglio, bravura e visione. Si tratta di uno straordinario podere di 300 ettari inserito in un contesto naturale affascinante, dove la vigna occupa solo una minima porzione di terra. La conduzione agricola è biologica e biodinamica, concretizzata in vini personali, intriganti, di pregevole fattura. La grande novità è rappresentata dal Mimesi, sangiovese del vigneto La Torricella che fermenta con soli
lieviti indigeni, in contenitori di cemento, e matura in anfore di cocciopesto. Un rosso che esalta la bellezza del frutto senza orpelli, riuscendo comunque a intercettare sfumature meno immediate, terragne, minerali e di foglie secche. Molto buono anche il San Germano 18 e il Mimesi Vermentino 20.

22 - 10 - 2021
Pubblicato su "Vini dItalia" - Gabero Rosso

Slow Wine è la guida completa al vino italiano

VITA - Il percorso che Ginevra Venerosi Pesciolini ha intrapreso per accompagnare i vini verso la trasparenza espressiva ha ridisegnato i contorni di Nambrot e Veneroso vestendoli di naturalezza, ha introdotto la linea Il Ghizzano per recuperare la dimensione della spontaneità, e ha lanciato oggi la linea monovarietale Mimesi, segnata dalluso delle anfore. Accanto a Ginevra il fido Michele Franci in cantina e il consulente enologo Carlo Ferrini.
VIGNE - Sotto le cure dellagronomo Roberto Righi i vigneti che sono stati piantati negli anni hanno trovato le collocazioni più adeguate in termini di
microclima, giaciture e suoli, questi ultimi variabili anche se riconducibili a una matrice argilloso-sabbiosa con presenza di residui fossili del Pliocene.
La gestione biodinamica, perseguita dal 2004, ha condotto alla certificazione Demeter dellintera attività agricola, seminativi compresi, nel 2018.

20 - 10 - 2021
Pubblicato su Slow Wine 2022 - Guida

Guida Essenziale ai Vini dItalia 2022 - Doctor Wine

Ci sono zone vitivinicole italiane che devono tanto a poche persone. Il Pisano deve moltissimo a Ginevra Venerosi Pesciolini che negli anni
ha presentato vini di grande caratura tecnica imponendo uno stile chiaro per questo territorio. Una grande cura del vigneto con rese basse; una cantina antica nella struttura ma moderna nelle idee ha fatto sì che il Veneroso, a base sangiovese, e il Nambrot, da uve merlot, siano entrati di prepotenza nel gotha toscano.

02 - 10 - 2021
Pubblicato su Guida Essenziale ai Vini dItalia 2022 - Doctor Wine

Gambero Rosso N. 357 Ottobre 2021

Il vino buona di Pisa. Un mosaico di terre e di storie da scoprire nei calici

... Crede invece molto nella giovane "Doc Terre di Pisa", e ci investe, Ginevra Venerosi Pesciolini, portando avanti dal 1995 Tenuta di Ghizzano, azienda che nel tempo è diventata il suo specchio oltre che quello del territorio. Siamo per lapppunto a Ghizzano, piccolo borgo nel comune di Peccioli, avvolto da boschi multiformi e terreni agricoli, dove la famigia si è insediata da tempo immemore.

01 - 10 - 2021 di Emiliano Gucci
Pubblicato su Gambero Rosso Magazine

Vendemmia 2021: cosa aspettarsi

Manca poco, pochissimo, e anzi, in qualche caso la raccolta è già in corso… ma per tirare le somme definitive della vendemmia 2021 è ancora presto e per ora i produttori di tutta Italia fanno solo previsioni. E sono positive... Verso la costa, sulle colline pisane si trovano i vigneti di Tenuta di Ghizzano. Ginevra Venerosi Pesciolini è contenta per le “varietà di bianco che godono, ad oggi, di ottima salute, mentre la situazione è un po’ più complicata per alcune varietà di rosso. Il Merlot è già in cantina e ci sembra ottimo mentre attendiamo un po’ di pioggia per il Sangiovese che riuscirebbe così ad avere una maturazione fenolica ideale”.

13 - 09 - 2021 di Camilla Giuggi
Pubblicato su langolodelgusto-enrose.it

EDIZIONE 2022: LE CORONE E LE GOLDEN STAR DI VINIBUONI D’ITALIA

Si sono concluse venerdì 27 agosto le finali nazionali che hanno assegnato le Corone e le Golden Star alle 904 etichette finaliste dell’edizione 2022 di Vinibuoni d’Italia.
Ancora in crescita il numero di campioni ricevuti per un’edizione che vede un’ulteriore aumento delle aziende selezionate.

Tenuta di Ghizzano, Terre di Pisa Doc Sangiovese Mimesi 2018 premiato con la Golden Star

01 - 09 - 2021
Pubblicato su vinibuoni.it

Il segreto delle Terre di Pisa

Da Peccioli a Laiatico, a Palaia. Tra le dolci colline del territorio che si estende dalle porte di Volterra a Pontedera si scoprono installazioni allaperto, sculture monumentali, arte urbana contemporanea, cantine di design.

01 - 09 - 2021 di Cristina Gambaro
Pubblicato su In Viaggio Magazine

Vendemmia 2021, un po’ di danni per i vignaioli ma la produzione sarà buona

Siamo arrivati anche a -8 gradi nella notte dell’8 aprile quando alcune varietà avevano già germogliato. Poi ha piovuto poco e la raccolta torna a fine settembre.
Come sarà il vino del 2021? Di buona qualità, rassicurano i vignaioli della Valdera. Da noi non si sono verificati danni dovuti alla grandine come in altre parti d’Italia, l’uva è sana anche se in questo momento matura lentamente in quanto la pianta ha rallentato per mettersi in protezione dal caldo torrido d’agosto.

01 - 09 - 2021 di Enrico Bimbi
Pubblicato su Il Tirreno Pontedera

Borghi dell’Alta Valdera raccontati da In Viaggio con “Terre di Pisa”

Tanta Alta Valdera nel servizio su questa parte della provincia nel mensile In Viaggio. Un ampio reportage sulle “Terre di Pisa” nel numero sulla Toscana in edicola a settembre. «La giornalista Cristina Gambaro – dicono dalla Camera di Commercio – accompagna i lettori alla scoperta della Valdera, segnalando cosa vedere, dove mangiare, dove dormire e cosa comprare. Le immagini del fotografo Andrea Pistolesi sottolineano la bellezza di quest’area a lungo contesa tra Firenze, Pisa e Volterra».

31 - 08 - 2021 di Cristina Gambaro
Pubblicato su Il Tirreno Pontedera

Terre di Pisa, il reportage della rivista "In Viaggio": itinerario da Peccioli a Lari

Le Terre di Pisa protagoniste nel mensile In Viaggio. Nel numero dedicato alla Toscana, in edicola nel mese di settembre, la giornalista Cristina Gambaro, insieme alle immagini del fotografo Andrea Pistolesi, accompagnerà infatti i lettori alla scoperta della Valdera, suggerendo cosa vedere, dove mangiare, dove dormire e cosa comprare. Un itineraio che, realizzato dalla Camera di Commercio di Pisa in collaborazione con i member "Terre di Pisa"...

30 - 08 - 2021 di Cristina Gambaro
Pubblicato su pisatoday.it

Nuovi riconoscimenti per i nostri vini

Due vini della Tenuta di Ghizzano si aggiudicano un riconoscimento su Falstaff per le degustazioni 2021 :

  • Nambrot 2017 IGT Costa Toscana
    94 pts.
  • Veneroso 2016 DOC Terre di Pisa
    90 pts.

27 - 08 - 2021
Pubblicato su Falstaff

Tutti i trend del vino + 50 consigli

Finalmente possiamo tornare di nuovo insieme a parlate di vendite: 2022, è arrivato il momento.
Rinomati viticoltori presenti alla fiera ProWein di Düsseldorf con i loro vini allo stand DER FEINSCHMECKER. Prendi nota ora!
DEGUSTANDO CON LE STELLE
Vieni a trovarci alla ProWein 2022
Data: 27-29. Marzo 2022 Orari di apertura: tutti i giorni dalle 9:00 alle 18:00. Solo per visitatori professionali.

01 - 08 - 2021
Pubblicato su Der Feinschmecker Special

Tenuta di Ghizzano: i migliori vini, certificati Demeter e la migliore arte di strada

Nel 2018 gli esigenti esaminatori di Demeter hanno conferito alla tenuta una certificazione biodinamica. Tra laltro, alla Tenuta di Ghizzano non è solo il vino che cresce su 20 ettari di terreno ad essere "biologico". Completamente biologici anche i 20 ettari di uliveti e gli oltre 150 ettari destinati alla coltivazione di cereali, legumi e ortaggi. Inoltre, ci sono ben 160 ettari di foresta e boscaglia, che contribuiranno anche a garantire lelevata biodiversità e la vicinanza alla natura nella tenuta in futuro.
... il rosso "Via di Mezzo" è un Sangiovese in purezza, le cui uve provengono esclusivamente dai vigneti circostanti. Questo vino dalla solida struttura ha dovuto maturare in bottiglia per 18 mesi per poter dimostrare in modo brillante la sua genuinità.

09 - 07 - 2021 di Jürgen Sorges
Pubblicato su kulinariker.de

Mare, spa e città d’arte nel cuore della costa toscana

In Vespa tra i tesori toscani: con lo scooter e con la guida fino alla Certosa di Calci, il museo della Piaggio e la tenuta di Ghizzano. Poi a Volterra e al Teatro del silenzio, un anfiteatro naturale sulle colline di Lajatico, nato da un progetto di Andrea Bocelli.

08 - 07 - 2021 di Alberto Beggiolini
Pubblicato su ilsussidiario.net

Olio: la Guida agli Extravergini 2021 Slow Food Italia

Un vero e proprio libro-bussola per accompagnare i consumatori e le imprese nella scelta dell’olio extra vergine di oliva. Una raccolta ricchissima con 838 aziende segnalate, 1328 oli di qualità recensiti e un’altissima partecipazione della Toscana, la prima regione per riconoscimenti.
RICONOSCIMENTO “GRANDE OLIO TOSCANA” per Tenuta di Ghizzano - Denocciolato

07 - 07 - 2021
Pubblicato su nove.firenze.it

dicono di noi ...

Ginevra Venerosi Pesciolini, della Tenuta di Ghizzano lanima, coi suoi vini ha intrapreso da tempi non sospetti un percorso di affrancamento dalle costrizioni di un metodo e di uno stile, alla ricerca di una espressività meno mediata e più "trasparente". Lo ha fatto a partire dalla campagna ... Il Mimesi rosso è sulla linea di partenza. Annata 2018. La prima volta di Ghizzano con un Sangiovese in purezza ... non ho mai incontrato un sangiovese così bello a Pisa e dintorni. La sua trama è un brillio di luci; colora il futuro soltanto di buono.

20 - 06 - 2021 di Fernando Pardini
Pubblicato su facebook.com

Toscana IGT 2018 il Ghizzano, Tenuta di Ghizzano

Quella di Ginevra Venerosi Pesciolini è una delle realtà più affermate e prestigiose di tutto il panorama enologico pisano e della Toscana. La cantina si distende nei pressi dell’antico borgo di Ghizzano, da cui prende il nome, che fu edificato proprio dalla famiglia di Ginevra nel 1370.

18 - 06 - 2021 di Haris Papandreou
Pubblicato su winesurf.it

Vigneti dItalia raccontati con arte e la musica

Utilizzando colori prestati dalla natura, lartista inglese David Tremlett ha dipinto di terra, verde e ocra le facciate della Via di Mezzo, la strada principale del borgo di Ghizzano di Peccioli, nel pisano. Con le stesse sfumature ha creato etichette del Viadimezzo bianco e rosso della Tenuta vitivinicola di Ghizzano.

30 - 05 - 2021
Pubblicato su Il Sole 24 Ore

Produttori di vino dal 1370: la famiglia Venerosi Pesciolini si affida a Ginevra, winemaker moderna

L’azienda Tenuta di Ghizzano è bio dal 2003, certificata dal 2008 e biodinamica (certificazione Demeter) dal 2018. Alla guida una winemaker moderna e tosta, Ginevra Venerosi Pesciolini che ha ben chiaro il percorso di sviluppo del vino fino ad oggi e soprattutto in che direzione vuole proseguire per il futuro ...

28 - 05 - 2021 di Divina Vitale
Pubblicato su corrierefiorentino.corriere.it

Appunti di degustazione: Veneroso 2016

Colore rubino scuro con riflessi granati. Elegante allolfatto con spiccato aroma di frutta secca, ad es. prugne e fichi secchi. Spezie balsamiche, Garam Masala, pepe bianco, alloro e scrub in sottofondo. Al palato elegante con fine mineralità e acidità, tannini maturi ma decisi, retrogusto elegante e ottima persistenza.

12 - 04 - 2021 di Markus Del Monego MW
Pubblicato su tastingbook.com

Il Top delle guide vini 2021: è un nuovo inizio per la critica italiana

Era da tempo che non si vedevano tante etichette al top, premiate unanimamente da tutte le Guide. Ma nell’anno della pandemia non dovremmo stupirci del fatto che invece abbiamo ben cinque vincitori, e tutti considerati parimenti ai vertici dell’enologia italiana.

04 - 04 - 2021
Pubblicato su civiltadelbere.com

David Tremlett ne fa di tutti i colori

... dopo la galleria darte a cielo aperto, lartista ha disegnato letichetta per "Via Di Mezzo" omaggiando la filosofia sostenibile di Tenuta Di Ghizzano e della sua produttrice Ginevra Venerosi Pesciolini. Il vino infatti è biologico e la sua etichetta è dominata da colori "prestati" dalla natura.

04 - 03 - 2021 di Stefano Salis
Pubblicato su Spirito di Vino Magazine

Nuovi riconoscimenti per i nostri vini

Tre vini della Tenuta di Ghizzano si aggiudicano un riconoscimento su Spaziovino.com per le degustazioni 2021 :

  • Nambrot 2016 IGT Costa Toscana
    92 pts.
  • "il Ghizzano" 2018 IGT Costa Toscana
    90 pts.
  • "il Ghizzano Bianco" 2019 IGT Costa Toscana
    91 pts.

03 - 03 - 2021 di Eleanor Scholes
Pubblicato su spaziovino.com

Nuovi riconoscimenti per i nostri vini

Tre vini della Tenuta di Ghizzano si aggiudicano un riconoscimento nella GuidaBIO 2021 :

  • Nambrot 2017 IGT Costa Toscana - Foglia dOro
  • "il Ghizzano" 2018 IGT Costa Toscana - Tre Foglie Verdi
  • "il Ghizzano Bianco" 2019 IGT Costa Toscana - Quattro Foglie Verdi

26 - 02 - 2021
Pubblicato su GuidaBio.it

L’ARTISTA DAVID TREMLETT PER TENUTA DI GHIZZANO

Omaggio dell’artista britannico Tremlett per ViadiMezzo, il nuovo sangiovese in purezza di Tenuta di Ghizzano che prende nome dalla via maestra dello storico borgo Ghizzano di Peccioli in provincia di Pisa e dall’omonimo progetto artistico sviluppato da Tremlett, che della via ha dipinto le facciate, trasformandola in un’autentica opera d’arte vivace e colorata.
E non finisce qui. Oltre alla galleria d’arte a cielo aperto, l’artista ha creato anche l’etichetta per “ViadiMezzo” omaggiando la filosofia sostenibile di Tenuta di Ghizzano e della sua produttrice Ginevra Venerosi Pesciolini. Il vino è infatti biodinamico e la sua etichetta è dominata da colori “prestati” dalla natura.

23 - 02 - 2021
Pubblicato su corrieredelvino.it

Grandi Cru della Costa Toscana, il nuovo presidente eletto è Duccio Corsini

Cambio al vertice dell’Associazione Grandi Cru della Costa Toscana con l’elezione del nuovo presidente Duccio Corsini, socio fondatore e titolare di Tenuta La Marsiliana (GR) che subentra a Ginevra Venerosi Pesciolini, socio fondatore e titolare della Tenuta di Ghizzano (PI).
Duccio Corsini subentra in un momento storico unico di grande difficoltà economica per le aziende vitivinicole, ed è chiamato a svolgere un’azione di guida e di indirizzo per la crescita e la promozione della viticultura enologia della Costa Toscana.

20 - 02 - 2021 di Andrea Cianferoni
Pubblicato su affaritaliani.it

Classico e interessante arricchimento

Nella zona con più costa del territorio centrale italiano si trova il Veneroso DOC Terre di Pisa dalla Tenuta di Ghizzano in Toscana.
Sebbene il Sangiovese non sia un vino completamente monovarietale, Ginevra Venerosi Pesciolini insieme al suo enologo dà ancora un po di Cabernet Sauvignon per completare il tutto.

16 - 02 - 2021
Pubblicato su Getränkefachgroßhandel

I vini Cabernet - Sangiovese

I vini composti da Cabernet - Sangiovese sono una delle storie di successo dellenologia italiana del XX secolo. Negli anni 60 e 70, intraprendenti produttori toscani iniziarono a sperimentare le varietà Bordeaux Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc (oltre al Merlot), unendole al vitigno Sangiovese di base della regione. Al giorno doggi, la miscela rappresenta la moderna vinificazione italiana, essendo dietro alcuni dei vini più famosi dItalia.
Tenuta di Ghizzano Veneroso Terre di Pisa, Toscana, Italia, Toscana
Popolarità: 8.872 nd - Punteggio: 90

16 - 02 - 2021
Pubblicato su wine-searcher.com

100 Rossi al TOP

La superclassifica 2021 di Gentelman, ottenuta dallincrocio delle sei più autorevoli guide italiane. Sorpresa: nellanno in cui tutto è cambiato, il podio è rimasto invariato.
Il nostro Nambrot i.g.t. costa Toscana 2017 si guadagna il 25° posto.

12 - 02 - 2021 di Cesare Pillon
Pubblicato su Gentelman magazine

La firma di David Tremlett sull’etichetta del “ViadiMezzo” di Tenuta di Ghizzano

David Tremlett ha rinnovato proprio a Tenuta di Ghizzano, l’azienda biodinamica di Ginevra Venerosi Pesciolini, della famiglia Venerosi Pesciolini dal 1370, per la quale ha firmato le etichette del “ViadiMezzo” rosso e del “ViadiMezzo” bianco. Un omaggio alla filosofia sostenibile di Tenuta di Ghizzano, in cui spiccano colori “prestati” dalla natura.
“Questo vino, frutto di un’agricoltura biodinamica, ha le caratteristiche di un sangiovese vivace e avvolgente, con toni caldi e con una struttura solida”, commenta Ginevra Venerosi Pesciolini.

09 - 02 - 2021 di BRUSSELSDIPLOMATIC
Pubblicato su Wine News

VIADIMEZZO, IL NUOVO ROSSO DI TENUTA DI GHIZZANO

ViadiMezzo è il nuovo rosso di Tenuta di Ghizzano, che prende nome dalla via maestra dello storico borgo Ghizzano di Peccioli in provincia di Pisa e dall’omonimo progetto artistico sviluppato dal britannico David Tremlett, che della via ha dipinto le facciate, trasformandola in un’autentica opera d’arte vivace e colorata.
E non finisce qui. Oltre alla galleria d’arte a cielo aperto, l’artista ha creato anche l’etichetta per “ViadiMezzo” omaggiando la filosofia sostenibile di Tenuta di Ghizzano e della sua produttrice Ginevra Venerosi Pesciolini. Il vino è infatti biodinamico e la sua etichetta è dominata da colori “prestati” dalla natura.

08 - 02 - 2021
Pubblicato su UGOLINI News

TENUTA DI GHIZZANO INCONTRA DAVID TREMLETT

E voilà! ViadiMezzo, un omaggio al borgo e alla sua arte.
ViadiMezzo è il nuovo vino rosso della Tenuta di Ghizzano, che prende il nome dalla via principale del borgo storico di Ghizzano di Peccioli, in provincia di Pisa, nonché dallomonimo progetto dellartista britannico David Tremlett, che ha dipinto le facciate delle case della via , trasformando così la stessa strada in unopera darte colorata e vivace.
E non è tutto. Oltre a questa plein air art gallery, Tremlett ha disegnato anche letichetta frontale del vino ViadiMezzo, in omaggio alla filosofia di vinificazione sostenibile della Tenuta di Ghizzano e al suo produttore, Ginevra Venerosi Pesciolini. Poiché il vino è prodotto in modo biodinamico, la sua etichetta è dominata dai colori “prestati” dalla natura.

08 - 02 - 2021
Pubblicato su Vineyards Magazine

VIADIMEZZO, IL NUOVO ROSSO DI TENUTA DI GHIZZANO

ViadiMezzo è il nuovo rosso di Tenuta di Ghizzano, che prende nome dalla via maestra dello storico borgo Ghizzano di Peccioli in provincia di Pisa e dall’omonimo progetto artistico sviluppato dal britannico David Tremlett, che della via ha dipinto le facciate, trasformandola in un’autentica opera d’arte vivace e colorata.
E non finisce qui. Oltre alla galleria d’arte a cielo aperto, l’artista ha creato anche l’etichetta per “ViadiMezzo” omaggiando la filosofia sostenibile di Tenuta di Ghizzano e della sua produttrice Ginevra Venerosi Pesciolini. Il vino è infatti biodinamico e la sua etichetta è dominata da colori “prestati” dalla natura.

07 - 02 - 2021
Pubblicato su JAMES Magazine

Tenuta di Ghizzano incontra David Tremlett

ViadiMezzo è il nuovo rosso di Tenuta di Ghizzano, che prende nome dalla via maestra dello storico borgo Ghizzano di Peccioli in provincia di Pisa e dall’omonimo progetto artistico sviluppato dal britannico David Tremlett, che della via ha dipinto le facciate, trasformandola in un’autentica opera d’arte vivace e colorata.
E non finisce qui. Oltre alla galleria d’arte a cielo aperto, l’artista ha creato anche l’etichetta per “ViadiMezzo” omaggiando la filosofia sostenibile di Tenuta di Ghizzano e della sua produttrice Ginevra Venerosi Pesciolini. Il vino è infatti biodinamico e la sua etichetta è dominata da colori “prestati” dalla natura.

06 - 02 - 2021
Pubblicato su Radio Bottiglia

Tenuta di Ghizzano - Incontro con David Tremlett

ViadiMezzo è il nome del nuovo vino rosso della Tenuta di Ghizzano, che prende il nome dalla via principale del centro storico di Ghizzano di Peccioli in provincia di Pisa e dallomonimo progetto artistico disegnato dallartista britannico David Tremlett. Dipingendo le facciate delle case, la strada è diventata una vera e propria opera darte, vivace e colorata.
Ma non è tutto. Oltre a questa galleria a cielo aperto, lartista ha disegnato anche letichetta del “ViadiMezzo” come omaggio alla filosofia di sostenibilità della Tenuta di Ghizzano e della loro enologa Ginevra Venerosi Pesciolini. Il vino è prodotto in modo biodinamico e la sua etichetta è dominata da colori presi in prestito dalla natura.

05 - 02 - 2021 di THURNER PR
Pubblicato su Proud Mag

ViadiMezzo, il vino e l’arte di David Tremlett

Tenuta di Ghizzano ha concepito un nuovo vino in omaggio alla via maestra del borgo toscano di Ghizzano di Peccioli “ridipinta” dall’artista inglese David Tremlett. ViadiMezzo è un elegante Rosso Doc Terre di Pisa biologico 2017, creato in edizione limitata con l’etichetta creata dallo stesso Tremlett e ispirato ai dipinti murali da lui realizzati sulle facciate delle case di Ghizzano, in provincia di Pisa. Un’opera dunque monumentale che copre un’intera strada. D’altra parte il legame di David Tremlett con il mondo del vino risale ormai a molti anni fa, quando insieme con l’artista Sol LeWitt lavorò per conto della famiglia Cerretto alla prima Cappella del Barolo (1999). A questa opera, ne sono quindi seguite altre due, sempre nelle Langhe, a Coazzolo e a Santo Stefano Belbo, presso il Relais San Maurizio.

03 - 02 - 2021 di Alberto Del Giudice
Pubblicato su MONTENAPO Daily

Tenuta di Ghizzano - Incontro con David Tremlett

Il risultato è ViadiMezzo, un omaggio in bottiglia di vino a un luogo e alla sua arte. Dipingendo le facciate delle case, la strada è diventata una vera opera darte, vivace e colorata.
Ma non è tutto. Oltre a questa galleria a cielo aperto, lartista ha disegnato anche letichetta del “ViadiMezzo” come omaggio alla filosofia di sostenibilità della Tenuta di Ghizzano e della loro enologa Ginevra Venerosi Pesciolini. Il vino è prodotto in modo biodinamico e la sua etichetta è dominata da colori presi in prestito dalla natura.

03 - 02 - 2021
Pubblicato su genussmaenner.de

Omaggio a un luogo e alla sua arte

Via di Mezzo è il nome del nuovo vino rosso della Tenuta di Ghizzano, che prende il nome dalla via principale del centro storico di Ghizzano di Peccioli in provincia di Pisa e dallomonimo progetto artistico disegnato dallartista britannico David Tremlett. Dipingendo le facciate delle case, la strada è diventata una vera opera darte, vivace e colorata.

02 - 02 - 2021 di Michael Polster
Pubblicato su michael-polster.de

Nuovi vini ViadiMezzo con etichetta dartista

La Tenuta di Ghizzano di Ghizzano di Peccioli ha lavorato con l artista britannico David Tremlett al design delletichetta dei loro nuovi vini Via di Mezzo Rosso e Bianco . I vini prendono il nome dalla via principale del centro storico di Ghizzano di Peccioli in provincia di Pisa e dallomonimo progetto artistico che Tremlett vi realizzò nel 2019. Tremlett è noto, tra le altre cose, per i suoi dipinti murali spesso di grande formato. Le sue opere sono già state esposte a Londra, Parigi, Amburgo e New York.

02 - 02 - 2021 di Ilka Lindemann
Pubblicato su Meiningers Weinwelt

Veneroso 2016 Tenuta di Ghizzano - italia - toscana (rosso)

Questo vino a base di Sangiovese di colore viola medio si apre con un invitante bouquet di amarena matura e prugna con sentori di lampone, tabacco, liquirizia nera ed erbe fresche. Al palato, questo vino è di medio corpo, equilibrato, rotondo e un po appetitoso. Il profilo aromatico è una miscela di prugna, tè oolong e pomodoro essiccato al sole leggermente influenzati da cedro e pietrisco. Ho anche rilevato sentori di oliva nera, amarene aspre e un tocco di ribes rosso mescolati. Il finale è secco e il suo tannino moderatamente aderente persiste piacevolmente. Questo vino è destinato al cibo. Lo abbinerei a kebab di agnello marinato o costolette brasate. Buon divertimento - Ken

02 - 02 - 2021 di Ken Hoggins
Pubblicato su kenswineguide.com

Best practice: come "la mamma e il papà" della ristorazione di Chicago sono ripartiti a Nashville

Cathy, i tuoi sommeliers sanno come raccontare le storie dei vini sulla tua lista. Cosa cerchi in quella narrazione a un ospite?
Cathy: Ad esempio, cè una grande azienda vinicola vicino alla Toscana sulla costa della Maremma chiamata Tenuta di Ghizzano e la proprietaria è una donna di nome Ginevra Venerosi Pesciolini ed è fantastica. Lei e sua sorella hanno preso il posto del padre e ha fatto ottime produzioni organiche e biodinamiche. Coltivano anche altre colture come il farro e producono un ottimo olio doliva. E quindi cè una storia davvero divertente nel parlare di lei e di come lho conosciuta nel corso degli anni.

29 - 01 - 2021 di Hunter Lewis
Pubblicato su foodandwine.com

VINI ROSSI TERRE DI PISA 2019-2015

Ci sono regioni vinicole degne della Toscana di cui sappiamo poco? Stranamente, sì. Le terre di Pisa, la cui storia vinicola è antica come nel Chianti Classico (e se si risale allantichità, non è inferiore alla Maremma), oggi sono ricche di interessanti vini di qualità. Ma se tutti conoscono la caduta della torre di Pisa, allora i vini pisani, per una serie di ragioni, non si sono fatti un grande nome in Toscana. Fino a. La situazione sta cambiando. Vorremmo attirare la vostra attenzione su alcuni vini con i quali potete giudicare le possibilità delle Terre di Pisa.

28 - 01 - 2021 di Eleanor Scholes
Pubblicato su spaziovino.com

Ultima modifica 10.01.2022 19:10